Sanità in Italia, le regioni dove funziona meglio e quelle dove funziona peggio

Sanità in Italia, quali sono le regioni più virtuose e quelle che, invece, devono fare i conti con una brutta maglia nera?

Sanità in Italia

Sanità in Italia, in quali regioni i pazienti hanno speranze di ottenere un servizio migliore? E in quali, invece, le cose non vanno così bene come potremmo sperare? Il rapporto 'Una misura di Performance dei Servizi Sanitari Regionali' del Centro Studi Crea Sanità dell'Università di Roma Tor Vergata ci svela quali sono le regioni dove le cose funzionano meglio nel mondo della sanità e, di conseguenze, quelle dove c'è ancora molto da fare.

Secondo il rapporto la sanità in Italia funziona meglio nelle Province autonome di Trento e Bolzano. A seguire troviamo Toscana, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Veneto. Qui il Servizio Sanitario Regionale offre performance migliori. Nell'area critica troviamo Sicilia, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, mentre fanalino di coda per la Sardegna.

Valle d'Aosta, Marche, Liguria, Umbria, Piemonte, Lazio, Abruzzo si trovano, invece, in una posizione intermedia. Il rapporto svela ancora una volta il forte divario tra regioni del nord e regioni del sud. Nel documento leggiamo:

Livelli maggiori di tutela della Salute si riscontrano nelle Regioni del Nord-Est del Paese.

Trento e Bolzano, rispetto all'anno scorso, fanno un balzo in avanti dall'area intermedia a quella di eccellenza, così come avanza anche il Friuli, che l'anno scorso era in un'area critica. Retrocede la Sardegna, che nel 2017 offriva servizi nella media.

Per realizzare il rapporto sono stati usati diversi metodi di valutazione, prendendo in considerazione aspetti sociali, esiti, appropriatezza, innovazione, economia finanziaria, valutando i pareri di utenti, manager, professionisti sanitari, istituzioni, industria medicale.

Foto iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO