Peste bubbonica: come si trasmette e cause

Quali sono i sintomi più comuni della peste bubbonica, infezione causata dal batterio Yersinia pestis, e come si trasmette.

Close up of big Brown Rat standing still on concrete floor.

La peste è una malattia infettiva di origine batterica, ancora molto diffusa in molte parte del mondo. E’ causata dal batterio Yersinia pestis, che normalmente ha come ospite le pulci parassite dei roditori, ratti, alcune specie di scoiattoli, cani della prateria. In qualche caso le pulci possono infettare anche gli animali domestici come i gatti.

La peste si manifesta con tre forme diverse: quella polmonare, quella bubbonica e quella setticemica. La peste bubbonica è la forma di peste più comune e si manifesta in seguito alla puntura di pulci infette o per contatto diretto tra materiale infetto e lesioni della pelle di una persona. Manifestazione tipica di questa forma è lo sviluppo di bubboni, ingrossamenti infiammati delle ghiandole linfatiche, seguiti da febbre, mal di testa, brividi e debolezza. In questa forma la peste non si trasmette da persona a persona.

Quando bisogna sospettare la malattia? Il bubbone, ovviamente, è il sintomo più evidente, soprattutto in caso di potenziale esposizione a roditori o pulci. I bubboni solitamente si manifestano dopo 2-6 giorni dall’esposizione, e la malattia procede in modo rapido, eventualmente degenerando nelle forme polmonare e setticemica se non è trattata prontamente.

È importante fare molta attenzione all’igiene e prevedere la disinfestazione dei ratti e di altri roditori e delle pulci che li accompagnano, e all’educazione sanitaria pubblica.

  • shares
  • +1
  • Mail