Obesità: lo sport batte la genetica

Quando si parla di obesità e sovrappeso, l’attività fisica batte la genetica. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Donna fa sport

Quando si parla di obesità e sovrappeso, l’attività fisica può battere la genetica. È questa la conclusione a cui è giunto un nuovo studio pubblicato sulla rivista Menopause, che rivela che, sebbene molte donne tendano ad incolpare la genetica per il loro girovita abbondante, in realtà, con l’avanzare degli anni, è più probabile che le donne superino la predisposizione genetica all'obesità attraverso l'esercizio fisico.

Lo studio è stato condotto su un campione di 8.200 donne, e suggerisce che l'attività fisica può dunque influenzare significativamente la predisposizione genetica all'obesità e al sovrappeso. Questo effetto sembra essere più significativo nella fascia di età più anziana (ovvero nelle donne di età pari o superiore ai 70 anni).

Questi risultati supportano inoltre le linee guida che invitano a mantenere comportamenti sani, specialmente negli anziani, per migliorare la qualità e la durata della vita.

Siamo nati con i nostri geni, ma questo studio suggerisce che possiamo migliorare la nostra vita e la salute con l'esercizio, indipendentemente dalla genetica. Con l’avanzare dell’età delle donne

spiegano gli autori della ricerca

è stato dimostrato che l'esercizio fisico migliora la massa muscolare, l'equilibrio e la resistenza delle ossa, rinvigorisce anche le cellule cerebrali, è associato a un minore dolore artritico e migliora l'umore, la concentrazione e le capacità cognitive.

via | ScienceDaily

Foto da iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO