Carne rossa ed alcol aumentano il rischio di cancro: gli esiti di un maxi studio su 51milioni di persone

Una dieta a base di carne rossa e alcolici aumenterebbe il rischio di cancro del 40%, a dirlo è uno studio

Carne alcol cancro

Ridurre il consumo di carni rosse, carni lavorate, alcol e prodotti caseari può far diminuire drasticamente il rischio di alcune forme di cancro. Sono questi gli esiti di un maxi studio condotto su circa 51milioni di persone dal World Cancer Research Fund (WCRF), per stabilire la correlazione fra tumori e alimentazione.

L'organizzazione senza scopo di lucro, si occupa da sempre di ricerca sulla prevenzione del cancro e ha recentemente pubblicato le conclusioni dell'ultimo studio nel suo terzo rapporto intitolato "Dieta, nutrizione, attività fisica e cancro: una prospettiva globale".

Redatto da esperti nel campo dei tumori, il rapporto viene aggiornato una volta ogni dieci anni ed è la fonte più ampia, autorevole e aggiornata al mondo sulla ricerca scientifica dedicata alla prevenzione e alla sopravvivenza del cancro attraverso la dieta, la nutrizione e l'attività fisica.

Ebbene, secondo quest'ultimo rapporto del WCRF, il consumo regolare di carne rossa, carne lavorata, pesce salato e prodotti caseari aumenta il rischio di varie forme di cancro. I rischi per il consumo di carne rossa comprendono il cancro al colon-retto, polmoni, pancreas e rinofaringe.

Le carni trasformate, come ad esempio insaccati e pancetta, aumentano l'incidenza di cancro al colon-retto, polmoni, stomaco, pancreas ed esofago. La carne e il pesce alla griglia o cotti al barbecue, possono aumentare l'insorgenza di cancro allo stomaco, mentre il consumo regolare di prodotti caseari può provocare l'insorgenza di neoplasie alla prostata.

Per quanto riguarda l'alcol, già diversi studi precedenti lo avevano collegato ad una maggiore incidenza di alcuni tipi di cancro, come quello alla faringe, alla laringe o all'esofago, così come a neoplasie a livello di fegato, colon e pancreas. Il consumo di alcolici nelle donne è invece legato al cancro al seno. Il tutto a causa dell'infiammazione provocata a livello di fegato, rendendolo meno abile a filtrare le sostanze tossiche.

L'assunzione regolare di carni rosse, carni lavorate, prodotti lattiero-caseari, pesce lavorato e alcolici, può aumentare in generale il rischio di ammalarsi di tumore del 40%. Per questo gli esperti raccomandano di limitare al massimo questi prodotti, a vantaggio di alimenti vegetali e ricchi di fibre.

Cereali, legumi, frutta e verdura agiscono infatti come protettori contro tutte le forme di cancro, riducendo anche i danni causati dalla carne. Attenzione anche alle bevande zuccherate, come la soda, anch'esse nella lista nera degli alimenti peggiorativi per la salute.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO