Asma: 5 situazioni comuni (e sottovalutate) che possono scatenare gli attacchi

Per scatenare un attacco d'asma basta incappare in 5 situazioni molto comuni eppure piuttosto sottovalutate

Asma situazioni scatenanti

Solo in Italia sono all'incirca 3 milioni di persone a soffrire di asma, un problema che porta a spasmi della muscolatura dei bronchi, rendendo così difficile respirare. Eppure, nonostante questa sindrome sia piuttosto comune, ancora si fa attenzione alle situazioni più tradizionali che scatenano gli attacchi, sottovalutando troppo spesso quelle ugualmente comuni, ma meno conosciute.

Chiunque soffra di asma sa bene che polline, pelo di animali ed esercizio fisico sono i colpevoli numero uno dell'arrivo di un attacco. Ma non tutti forse sanno che una serie di eventi quotidiani, a partire da ciò che mangiamo e beviamo a tavola, fino ad arrivare al clima, possono aumentare le probabilità di incappare in una crisi asmatica.

Un nuovo studio pubblicato nel Journal of Applied Meteorology and Climatology mette i temporali nella lista nera, in quanto precipitazioni, elevata umidità e attività elettrica, hanno effetti diretti sullo spargimento del polline, aumentando così il rischio di attacchi asmatici.

Oltre a questo, è bene fare attenzione a 5 situazioni molto comuni eppure sottovalutate.


  1. Il reflusso gastrico - Si sta ancora studiando la correlazione fra attacchi d'asma e reflusso gastroesofageo, ma di certo chi ne soffre ha visto diminuire drasticamente anche gli attacchi d'asma, curando il primo con terapie anti acido.

  2. Il pianto e le risate - Esattamente come l'esercizio fisico, anche piangere e ridere crea alterazioni a livello respiratorio, rendendo più facile l'avvento di una crisi asmatica.

  3. Il traffico - Lo smog che viene generato dai mezzi di trasporto nelle ore di punta è un problema per chi soffre d'asma. Le sostanze inquinanti sono infatti una delle prime cause di attacchi asmatici.

  4. Gli additivi del cibo - Conservanti e coloranti, così come alcuni tipi di aromi, possono influire negativamente sulla salute dei soggetti asmatici, provocando crisi. Attenzione in particolare a bisolfito di sodio, bisolfito di potassio, metabisolfito di sodio, metabisolfito di potassio e solfito di sodio. Quest'ultimo facilmente reperibile nel vino.

  5. L'alcol - Un sondaggio di Asthma UK ha rivelato che il 64% dei malati di asma ha riscontrato che l'alcol peggiorava i sintomi. Oltre ai conservanti già citati sopra, ci sono altri ingredienti nelle bevande alcoliche che possono scatenare attacchi d'asma. Uno di questi è l'istamina, una sostanza chimica alimentare naturale che si trova nel vino rosso e in alcune birre, la stessa sostanza rilasciata nel corpo quando si ha una reazione allergica.

Via | Woman and Home
Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 22 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO