Ebola, al via la campagna di vaccinazione in Congo

Il virus Ebola sta diffondendosi nuovamente in Congo: l’Oms ha deciso di vaccinare ad anello la popolazione per bloccare l’epidemia.

Doctor with latex glove holds a syringe in his hand with the virulent blood infected with the ebola virus with vintage effect

È tornato il virus Ebola a spaventare il Congo. Proprio oggi inizia la campagna di vaccinazione a Mbandaka, la città della Repubblica Democratica del Congo, dove si è manifestato il primo caso urbano dell'epidemia in corso nel paese. A darne notizia sono le autorità locali, secondo cui al primo si sono aggiunti altri due pazienti residenti nella città, che ha 1,2 milioni di abitanti. La procedura per l’immunizzazione è definita ad anello, perché vengono vaccinati i contatti stretti dei casi confermati e i loro contatti. Serviranno 4mila dosi portate nel paese dall'Oms e stoccate tutte a Mbandaka. L’Oms informa attraverso una nota:

Il vaccino è chiamato rVsv-Zebov. E' stato studiato in diversi test clinici che hanno coinvolto oltre 16mila volontari in Europa, Usa e Africa, ed è stato giudicato sicuro per l'uso negli uomini. In Guinea il vaccino è stato testato su 7500 adulti nel 2015, ed è stato giudicato sicuro e protettivo nei confronti dell'infezione da Ebola.

Attualmente sono 46 i casi tra sospetti e confermati, inclusi 26 morti, e i contatti identificati sono al momento 600. La situazione va quindi arginata velocemente. Non è ancora grave ma potrebbe diventarlo in poco tempo. Intanto, a Ginevra ha preso il via l’Assemblea dell’Oms per elaborare le strategie per i prossimi cinque anni, sulla base di un piano presentato dal Direttore Generale per salvare 29 milioni di vite entro il 2023. Nel prossimo futuro un miliardo di persone in più dovrebbe beneficiare della copertura sanitaria universale, un miliardo in più dovrebbero essere meglio protette dalle emergenze sanitarie e un miliardo dovrebbero avere una migliore salute.

  • shares
  • +1
  • Mail