Su Facebook la prima social academy sulla salute

#5azioni è la prima social academy sulla salute, unospazio per condividere informazioni sul diabete e sulla salute.

salute computer

E' nata su Facebook e su Twitter la prima social academy dedicata al diabete e al mondo della salute in generale. In un periodo nel quale le fake news, in particolare quelle legate al mondo della medicina, sono all'ordine del giorno, soprattutto sui social più frequentati dagli tenti della rete, è utile che i professionisti del settore utilizzino lo stesso terreno per spiegare in modo semplice, intuitivo, diretto tutto quello che c'è da sapere sulla medicina.

Sanofi ha così #5azioni, la prima Social Academy sul diabete e sulla salute sviluppata su Facebook e su Twitter in collaborazione con esperti del settore. Il progetto verrà presentato oggi, martedì 15 maggio, a partire dalle ore 19, con una diretta web dalla Comunità di San Patrignano in provincia di Rimini. Interverranno: Piero Prenna e Laura Rossi (Comunità di San Patrignano), Paolo Iabichino (Ogilvy, autore di “Scripta volant” per Codice Edizioni), Barbara Sgarzi (Sissa, autrice di “Social media journalism” per Apogeo), Enzo Bonora (Diabetologia Università di Verona), Paolo Di Bartolo (Rete Clinica Diabetologica AUSL Romagna), Daniela D’Onofrio (Portale Diabete) e Rita Lidia Stara (Federazione Diabete Emilia Romagna). Modererà Giampaolo Colletti. E la diretta sarà visibile anche nel video qui sotto.


Diabete in Italia


Secondo i dati resi noti dal Diabetes Web Report 2017, in Italia il diabete è tra i temi di salute più cliccati su internet: il 51% delle menzioni arriva da risorse online, mentre il 49% dai social media. Si cerca solitamente di leggere i contenuti pubblicati da altre persone che soffrono di diabete e non presenti sui classici siti. Come accade per tutto il resto del mondo della salute, gli utenti che si informano in rete o sui social network lo fanno per cercare di trovare informazioni che seguano le loro convinzioni.

Sarebbe bene, invece, informarsi su fonti autorevoli per trovare le informazioni necessarie per affrontare la malattia. Fermo restando che nessuna informazione trovata su internet potrà mai sostituire la visita dal proprio medico. Non dimentichiamolo mai!

Foto iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO