Solitudine, 2 ore a settimana di volontariato per tenerla lontana

Fare anche solo due ore di volontariato alla settimana riduce i livelli di solitudine. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Fare volontariato

Fare volontariato anche solo per due ore alla settimana riduce i livelli di solitudine. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri della Georgia State University, i quali hanno seguito un campione di 5.882 persone over 51, alcune delle quali rimaste vedove. Grazie al loro studio, gli esperti hanno constatato che i livelli di solitudine erano comprensibilmente più elevati per le persone rimaste vedove.

Gli esperti hanno inoltre notato che le persone che facevano del volontariato per almeno 2 ore a settimana avrebbero sperimentato livelli di solitudine più bassi rispetto a quelle che non svolgevano questa importante attività. I benefici del volontariato erano sorprendentemente elevati.

I risultati suggeriscono che fare più di due ore di volontariato alla settimana potrebbe dunque rappresentare un potenziale ed efficace intervento per alleviare la solitudine negli anziani recentemente rimasti vedovi.

Il volontariato è importante per combattere la solitudine delle persone quando hanno sperimentato la perdita dell'integrazione sociale che deriva dal diventare vedovi

spiegano gli autori dello studio, che aggiungono che, quando si soffre di solitudine a causa della morte del proprio coniuge, anche se si è ben integrati nella società, è comunque importante fare qualcosa di nuovo, come il volontariato appunto, che si è rivelato un ottimo modo per alleviare il dolore causato dalla perdita.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO