È la settimana delle stelle cadenti, il picco domenica 22 aprile

La settimana delle stelle cadenti di primavera, le Liridi, è iniziata e promette di deliziarci con una cascata di astri per domenica 22 aprile

Settimana stelle cadenti

Non solo San Lorenzo per tenere il naso all'insù e guardare le stelle cadenti in cielo. Gli astri ci omaggiano anche in primavera della loro magnifica presenza nello spettacolo degli sciami meteorici, occupando un'intera settimana. Nello specifico quella che va da oggi fino al prossimo 25 aprile, i giorni in cui è visibile la costellazione della Lira.

A sciamare in cielo sono infatti le Liridi, che ogni anno in questo periodo fanno la loro comparsa nel firmamento, consentendo agli appassionati di astronomia, ma anche ai semplici amanti delle notti stellate, di passare ore scrutando il cielo. Sia per motivi scientifici, sia per quelli più squisitamente romantici.

Queste le parole di Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani:

In generale, gli sciami di meteore non sono sempre prevedibili con esattezza, perché sono generati da una nube di polveri e frammenti che la Terra a volte centra in pieno e a volte sfiora e, inoltre, se questo capita in pieno giorno non vediamo le scie luminose

Paolo Volpini

Verissimo. Infatti le Leridi possono iniziare ad affollare i nostri cieli già dal 15 aprile, salutandoci alla fine del mese. Ma ovviamente, per non sbagliare calcoli, si considerano i giorni più centrali di questo lasso di tempo, quelli appunto più indiziati per godere dello sciame meteorico.

Il giorno di picco, dove è possibile assistere ad una vera e propria pioggia di stelle, è previsto per domenica 22 aprile, con un primo assaggio già la sera di sabato. Una cosa da sapere è che le Liridi sono meteore "incostanti", che possono mostrarsi in sciami da 20 ogni ora, così come da 100, a seconda degli anni.

La UAI ci dice anche che, se siamo attenti, possiamo imbatterci anche in uno sciame meteorico minore, quello delle Virginidi. Solo poche meteore all'ora, quindi meno spettacolare, ma per esprimere un desiderio anche una sola stella cadente basta. Quindi, tutti con lo sguardo verso l'infinito.

Via | ANSA
Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail