Melanoma, in gravidanza i pericoli aumentano

Il melanoma è un tumore giovanile molto diffuso e aggressivo. Le donne incinte devono tenere sotto controllo la trasformazione dei loro nei perché in gravidanza i pericoli aumentano.

melanoma diagnosi terapia

La gravidanza è un momento fisicamente complicato per la donna. Il corpo cambia e anche la pelle si modifica. Per questo motivo le signore devono fare maggiormente attenzione ai nevi, per prevenire eventuali melanomi. Secondo uno studio condotto su 500 donne con meno di 50 anni e apparso sul Journal of the American Academy of Dermatology, una diagnosi di melanoma in gravidanza è sicuramente più complicata perché il rischio di decesso è maggiore di 5 volte, mentre di 7 di metastasi e di 9 di recidiva. La dermatologa Marta Brumana, specialista dell’Humanitas San Pio X, ha commentato a LaStampa:

“I dati su melanoma e gravidanza sono piuttosto recenti, ora se ne parla ai congressi di dermatologia, ma ancora non esistono linee guida su quanti e quali controlli una donna debba eseguire. Io direi che buona norma è fare una visita durante il secondo-terzo trimestre”.

Come bisogna comportarsi se un neo si è modificato e c’è il sospetto melanoma?

“È importante ribadire che, quando un melanoma viene individuato in fase precoce, è possibile intervenire chirurgicamente in anestesia locale. L’asportazione di una lesione pigmentata atipica viene eseguita in ambulatorio, è una procedura per la quale non ci sono particolari controindicazioni, neppure in gravidanza, e non richiede successivi trattamenti farmacologici. È però necessaria, perché solo l’esame istologico dà la conferma diagnostica”.

Non dovete quindi avere paura: osservate sempre con cura la vostra pelle, fate una visita l’anno, con mappatura, dal dermatologo e in gravidanza intorno alla fine del secondo trimestre ripetete l’esame. Una diagnosi precoce può salvare la vita, in questo caso di due persone.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO