Batteri multiresistenti, nuova terapia antibiotica disponibile in Italia

L’antibiotico-resistenza è un fenomeno diffuso: per fortuna c’è una nuova terapia per contrastare le infezioni più gravi.

Antibiotics - diagnosis written on a white piece of paper. Syringe and vaccine with drugs.

Per contrastare le gravi infezioni, causate da batteri Gram-negativi resistenti clinicamente rilevanti, è stata studiata una nuova terapia antibiotica. È una notizia davvero importante perché il fenomeno della resistenza agli antimicrobici, conosciuta anche come antibiotico-resistenza, è diventato un problema drammatico, anche perché sono pochissime le nuove molecole scoperte negli ultimi anni mentre l’utilizzo di antibiotici in tutti i Paesi è in ascesa continua e spesso se ne fa un uso improprio.

Secondo i dati più recenti, negli ospedali dell’Unione Europea oltre il 50% degli antibiotici viene usato senza che sia veramente necessario o in modo inappropriato. Che cos’è questo nuovo farmaco? Si tratta di una combinazione di ceftazidima, una cefalosporina di III generazione con profilo di efficacia e sicurezza ben consolidato, e avibactam, un nuovo inibitore della beta-lattamasi non beta-lattamico, che protegge la ceftazidima dall’inattivazione da parte della maggior parte delle beta-lattamasi.

“La disponibilità di ceftazidima/avibactam riveste una fondamentale importanza. Si tratta di un nuovo antibiotico di cui avevamo estrema necessità, perché attivo sulla famigerata Klebsiella resistente ai carbapenemici; è una prima soluzione a un grande bisogno insoddisfatto di antibiotici e, insieme ad altri antibiotici già arrivati o in arrivo, dimostra che la ricerca in questo campo non è morta. Avere disponibile questa nuova opzione terapeutica per le infezioni da batteri Gram-negativi resistenti, tanto attesa dai clinici, può cambiare lo scenario”.

Ha commentato Claudio Viscoli, Direttore Clinica Malattie Infettive Università di Genova e Policlinico San Martino e Presidente della Società Italiana di Terapia Antinfettiva (SITA).

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO