Ora legale: gli effetti sulla salute del corpo del cambio di orario

Il cambio all'ora legale è sempre associato al fastidio della sveglia che suona prima. Ma a livello medico, quell'ora in meno può portare ad una serie di effetti collaterali per la salute

Ora legale salute

Nella notte fra sabato 24 e domenica 25 marzo 2018 scatterà l'ora legale, che ci fa salutare ufficialmente l'inverno con il classico e traumatico rito dello spostamento delle lancette dell'orologio in avanti. Tuttavia, il dormire di meno, non è solo un disagio di "comodità", ma ha anche effetti sulla salute del corpo, sia psicologici sia fisici.

Non è un caso che il Parlamento Europeo abbia discusso pochi mesi fa sulla possibilità di abolire l'ora legale, considerata un vero e proprio shock per l'organismo. Gli eurodeputati che si erano fatti portavoce della proposta, avevano messo sul tavolo ricerche mediche e dati sui danni che il cambio di orario poteva avere sulla salute.

In primis, va detto, l'ora legale va a rompere il delicato equilibrio dei ritmi circadiani, con tutte le conseguenze del caso. Il fisico si abitua a quell'ora di sonno in meno in maniera graduale, esattamente come al jet lag e per alcuni soggetti servono anche 3-4 settimane per adeguarsi alla modifica.

Nella fase di transizione il corpo sperimenta affaticamento, sonnolenza, disturbi a livello gastrico e intestinale, pesantezza di testa, problemi ad addormentarsi. Tutti disagi che possono avere conseguenze sulla pressione arteriosa e anche sulla salute psichica.

Uno studio australiano ha persino registrato un picco di suicidi nella settimana che segue il cambio di ora da solare a legale e viceversa, rapportandolo al maggiore stress che deve sopportare il fisico nei giorni di adattamento al nuovo regime temporale.

Quell'ora di differenza incide direttamente e indirettamente sulla salute generale ed è un problema da gestire soprattutto per chi ha disturbi conclamati a livello cardiaco, in quanto il risveglio rappresenta una fase piuttosto delicata per tutto l'apparato cardiovascolare.

Un cattivo sonno può anche portare ad un minore livello di attenzione e anche a confusione mentale, perciò anche mettersi alla guida può risultare pericoloso.

Tuttavia, l'Italia ha adottato l'ora legale dalla seconda metà degli anni 60, sostenendo che fosse la modalità migliore per garantire un risparmio a livello energetico. Quindi, salvo colpi di teatro da parte dell'Europa, a noi non resta che adattarci alla situazione, rendendola meno traumatica.

Come fare? Anticipare la sveglia di mezz'ora già da subito, in modo che il cambio di orario sia più graduale, fare attività fisica e mangiare in modo sano ed equilibrato, per affrontare l'ora legale con una buona salute generale, infine anche aiutarsi con la melatonina per dormire meglio.

Gli effetti sulla salute per colpa del cambio d'ora saranno più sopportabili.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 22 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail