Hiv, 15% dei sieropositivi in Italia non sa di aver contratto il virus

Una nuova campagna informativa per prevenire e conoscere l’HIV: in Italia ci sono moltissimi contagi e la malattia è ancora poco conosciuta.

Sample blood collection tube with HIV test label on HIV infection screening test form.

C’è ancora tanta, troppa, disinformazione. In Italia il 15% dei soggetti sieropositivi non sa di aver contratto il virus, nonostante il nostro Paese sia uno tra quelli dell’Europa Occidentale con la prevalenza più alta di HIV. Per questo motivo, Fondazione The Bridge, con NPS Italia Onlus (Network Persone Sieropositive), ha lanciato il social challenge #365againstHIV.

Si tratta di una campagna importante per informare, soprattutto i giovani, e ricordare quanto sia fondamentale fare prevenzione. In che cosa consiste? Tutti gli utenti sono invitati a farsi un selfie con un dito medio alzato (gestaccio simbolo di sfida verso il virus). L’attività di condivisione permetterà di raggiungere l’area informativa sul sito di NPS Italia Onlus. Tra i tempi più importante, c’è quello del test per l’autodiagnosi che, in 15 minuti e in totale privacy, permette di venire a conoscenza del proprio stato di salute. Il test per l’autodiagnosi dell’HIV è in vendita in tutte le farmacie italiane dal 1° dicembre 2016. Margherita Errico, Presidente Nps Italia Onlus, ha dichiarato:

“Grazie all’esperienza maturata lo scorso anno con diversi youtuber/creator abbiamo sperimentato in prima persona quanto sia ancora più efficace diffondere una corretta informazione sull’Hiv, combattendone stigmi e pregiudizi tramite un linguaggio adatto e al passo coi tempi. Siamo convinti che il lavorare assieme a giovani influencer e frequentatori abituali del mondo dei social possa aiutare la nostra opera di informazione durante tutto l’anno e non solamente in occasione dei world day o di alcune date occasionali”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 39 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO