Coulrofobia: i sintomi e le possibili cause della paura dei clown

Ecco cosa è la Coulrofobia e quali sono le possibili cause della paura dei clown.

Coulrofobia

Con la parola “Coulrofobia” si indica una persistente paura dei clown, una condizione in cui gli individui arrivano a sentirsi traumatizzati e fortemente scossi anche solo al pensiero di questi bizzarri personaggi. A spiegare quali sono le possibili cause di questo problema, e quali sono i migliori approcci per riuscire a superarlo, è la psicologa Melanie Phelps, che al "The Sun" ha rivelato quali sono le caratteristiche di questo fenomeno. Secondo l’esperta, il problema della paura dei clown nasce dal fatto che sin da bambini siamo portati a riconoscere il volto dei nostri parenti e di coloro che si prendono cura di noi, e si tratta di volti amichevoli e rassicuranti. Il pagliaccio ha invece delle caratteristiche innaturali, esagerate e distorte e quindi non è possibile associarlo a un modello umano amichevole.

Sappiamo che i volti dei clown sono di colori vivaci, con forti contrasti - per esempio labbra rosse e luminose, su uno sfondo molto bianco, con sorrisi esagerati o espressioni fisse che non cambiano con l'interazione. Questo

spiega l’esperta

fa scattare un allarme 'non sicuro/non corrispondente' nel nostro cervello primario, che indica che questo tipo di volto è sconosciuto, non riconosciuto, probabilmente pericoloso, probabilmente una minaccia e non possiamo leggere correttamente l'espressione facciale poiché non corrisponde alle azioni o alle parole.

Dal momento che non riusciamo a riconoscere le intenzioni di questo personaggio attraverso le espressioni facciali, ci sentiamo comprensibilmente minacciati e spaventati.

Ma detto ciò, esistono delle cure per la Coulrofobia? Come nella maggior parte delle fobie, curare questo tipo di problema non è molto semplice. La terapia cognitivo comportamentale può essere utilizzata per aiutare i pazienti a cambiare i loro schemi di pensiero e comprendere che l’intensa paura provata è frutto della propria immaginazione. Un altro approccio utile potrebbe essere quello basato sull’ipnosi. In alcuni casi, i medici potrebbero prescrivere anche farmaci anti-ansia per alleviare i sintomi.

via | TheSun

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO