Polidattilia: quali sono i sintomi

Si tratta di un'anomalia genetica che crea un numero di dita in eccesso nelle mani o nei piedi: nella maggior parte dei casi le dita sono sei.

Polidattilia cos è

La polidattilia è una malformazione congenita: il termine deriva dal greco antico e significa letteralmente "più dita". Questa malformazione ha un'origine genetica: si tratta di un carattere a trasmissione autosomica dominante, a penetranza a volte incompleta. Ciò significa che i portatori del gene in questione possono sviluppare una forma di polidattilia differente, ma possono anche non presentare alcuna anomalia fisica.

La polidattilia si può presentare da sola o in concomitanza con altre anomalie genetiche, come la Sindrome di Down, la Sindrome di Patau o altre. L'anomalia alle dita si presenta solitamente ai piedi, quasi sempre con lo sviluppo di sei dita, definito esadattilia. I sintomi della polidattilia sono dunque la presenza di più dita nelle mani o nei piedi e questa anomalia può verificarsi in modalità diverse.

Nella sua manifestazione più lieve, la polidattilia si esprime con una leggera biforcazione della falange di un dito della mano o del piede, ma può creare un intero dito in più in entrambe le mani o in entrambi i piedi. In molti casi la polidattilia è ereditaria e si presenta nello stesso ceppo familiare, ma può anche manifestarsi senza la presenza di familiarità.

Quando la polidattilia si presenta sulle mani, solitamente si manifesta come un mignolo in più. Nella maggior parte dei casi il dito è una piccola escrescenza carnosa, ma talvolta può formarsi come un dito intero, completo di ossa e funzionante. Quasi sempre si ricorre all'intervento chirurgico per l'asportazione del dito in eccesso, operazione spesso necessaria per condurre una vita normale.

 

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO