Virus Zika, zanzare killer saranno liberate nell’ambiente per contrastare la zanzara tigre

Negli Usa le zanzare killer saranno liberate nell’ambiente per contrastare la zanzara tigre e di conseguenza combattere il virus Zika.

Tiger mosquito (Aedes albopictus) ready for bite human skin

Il virus Zika sarà contrastato grazie alla diffusione di alcune zanzare killer, rilasciate nell’ambiente. Queste zanzare dovranno combattere le zanzare tigre che portano malattie come la dengue, zika e febbre gialla. La decisione, che l'Epa non ha ancora annunciato formalmente, consente alla società che produce gli insetti, la MosquitoMate, con sede a Lexington nel Kentucky, di liberare le zanzare killer in 20 Stati americani e a Washington DC.

Questo sistema è già stato testato in Florida e California, dove le tigre sono diminuite notevolmente. Gli insetti che saranno liberati sono zanzare Aedes aegypti 'modificate', ma non geneticamente: sono tutti maschi e vengono infettati in laboratorio con il batterio Wolbachia pipiensis. Una volta nell’ambiente, i maschi si accoppiano con le femmine di zanzara Aedes albopictus e le uova fecondate non si schiudono perché l'embrione è 'difettoso', cioè i cromosomi paterni non si formano correttamente, a causa dell'infezione.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail