Bambina di Trento morta per malaria: il parassita è lo stesso dei due pazienti ricoverati

La bambina di Trento morta morta per malaria aveva lo stesso parassita dei due bambini del Burkina Faso ricoverati in ospedale.

malaria

Sofia, la bambina di 4 anni di Trento morta a Brescia per malaria, era stata contagiata dallo stesso parassita che aveva fatto ammalare due bambini rientrati dal Burkina Faso e ricoverati nello stesso reparto di pediatria dell'ospedale trentino (ma non erano nella stessa camera). L'annuncio è stato dato da Nunzia Di Palma, direttrice dell'unità operativa di pediatria dell'ospedale di Trento.

Ora la Procura di Trento ha aperto un'indagine per omicidio colposo contro ignoti, per capire perché si è arrivati alla morte della piccola. Sofia Zago era stata ricoverata per diabete prima a Portogruaro e poi a Trento. Poi era ritornata nell'ospedale trentino, dove la prima volta le era stata diagnosticata la faringite e poi la malaria, risultata fatale dopo il trasferimento agli ospedali di Brescia.

Le indagini devono anche capire come sia avvenuto il contagio, se a causa di una puntura di zanzara o attraverso strumenti utilizzati per le cure. Il ministro Beatrice Lorenzin spiega:

Dalle prime indicazioni pare che la bambina potrebbe aver contratto la malaria in ospedale, a Trento, il motivo per il quale sarebbe un caso molto grave. Abbiamo mandato immediatamente degli esperti sia per quanto riguarda la malattia sia per la trasmissione da parte delle zanzare.

Via | Ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 244 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO