Fistole anali: sintomi, cause e cure

Le fistole anali sono dei canali patologici che si creano tra l'ano e la cute circostante. Scopriamo le cause e come curarle.

fistole anali

I sintomi delle fistole anali sono solitamente molo evidenti e dolorosi, anche se in un primo momento l'infezione può passare inosservata. Le fistole anali sono infatti il risultato dell'infiammazione delle ghiandole anali, che si ostruiscono e provocano un ascesso, ovvero una formazione di pus. Lo stadio precedente alla formazione delle fistole anali è sempre perciò quello dello sviluppo di un ascesso.

L’ascesso anale si forma a causa di un'infezione acuta delle piccole ghiandole che si trovano appena dentro l'ano. Quando i batteri entrano nel tessuto perianale attraverso la ghiandola, come in caso di colite ulcerosa o infiammazioni dell'intestino, si forma un ascesso. Da un ascesso non curato può fuoriuscire del pus e si può creare un tunnel che unisce la ghiandola anale alla cute.

A questo punto sono due le conseguenze possibili: o il continuo drenaggio di materiale sieroso, fecale o purulento indica la persistenza di questo canale, e quindi delle fistole anali, oppure l'ascesso diventa un fenomeno cronico. Se l'apertura esterna del canale e la fistola anale guarisce, il pus che prima veniva drenato all’esterno, inizierà ad accumularsi nei tessuti perianali, infettandosi nuovamente.

I sintomi delle fistole anali si presentano con una forte e dolorosa irritazione, con prurito e gonfiore a livello anale e piccole perdite continue. Durante la defecazione i sintomi delle fistole anali si amplificano e le perdite di feci, pus o muco, tengono umida la regione anale causando dermatiti e prurito e impedendo all'infezione di guarire.

Alle volte i sintomi delle fistole anali prevedono perdite di sangue o pus con le feci. La cura delle fistole anali comprende l'assunzione di antibiotici, immunosoppressori ed immunomodulanti, ma anche una vasta gamma di interventi chirurgici. Le cause delle fistole anali sono le malattie infiammatorie dell'intestino, le ulcere e la compromissione del sistema immunitario, ma anche il cancro al retto, la tubercolosi e alcune malattie sessualmente trasmissibili.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO