La solitudine uccide più dell’obesità

Il rischio di morte prematura aumenta del 50% per le persone che si trovano in uno stato di solitudine.

solitudine

Secondo uno studio condotto alla Brigham Young University (BYU) e presentato a Washington alla convention dell'American Psychological Society, le persone che si trovano in uno stato di isolamento sociale rischiano di morire prematuramente molto di più delle persone che vivono in una rete sociale ampia.

Secondo i ricercatori si sta diffondendo nel mondo occidentale una vera e propria epidemia di solitudine che colpisce in particolar modo gli anziani, ma inizia a interessare anche i bambini. Sono molti gli studi che confermano quanto la solitudine possa aumentare il rischio di malattie gravi e peggiorare il recupero da interventi e patologie.

Dallo studio è emerso come il rischio di morte prematura per le persone che soffrono di solitudine sia più alto di quello legato alle patologie derivate dall'obesità. Una vera e propria piaga sociale, quindi.

 

Via | Ansa.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO