La dieta mediterranea fa bene al cervello degli anziani

Seguire la dieta mediterranea e una dieta MIND riduce il rischio di avere problemi di memoria negli anziani. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Dieta mediterranea

Dieta mediterranea - Mangiare cibi inclusi in due diete come quella mediterranea o nella dieta MIND è collegato ad un rischio minore di soffrire di problemi di memoria. A suggerirlo è uno studio pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society, secondo cui la dieta mediterranea, ricca di frutta, verdura, cereali integrali, fagioli, patate, noci, olio d'oliva e pesce, e quella MIND, ricca di alimenti come verdure a foglia verde, altre verdure, noci, bacche, fagioli, cereali integrali, frutti di mare, pollame, olio d'oliva e vino, può davvero aiutare a proteggere il cervello degli anziani.

Per giungere a tale conclusione, i ricercatori hanno esaminato le informazioni provenienti da 5.907 adulti che hanno compilato dei questionari sulle loro abitudini alimentari. I ricercatori hanno misurato le abilità cognitive dei partecipanti (soprattutto la loro capacità di memoria e di attenzione), ed hanno constatato che le persone anziane che seguivano la dieta mediterranea e quella MIND avrebbero ottenuto migliori punteggi nei test della funzione cognitiva rispetto a coloro che seguivano diete meno sane.

Questo studio suggerisce che seguire una dieta mediterranea e una dieta MIND è collegato a una migliore funzione cognitiva generale negli adulti più anziani, ed a minori rischi di avere problemi cognitivi in futuro.

via | ScienceDaily

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO