Parkinson, un orologio da polso predice la malattia

Un orologio da polso molto sofisticato è in grado di distinguere i diversi tremori e diagnosticare il Parkinson.

La vitamina B3 potrebbe rallentare il decorso del Parkinson

E’ un orologio da polso l’ultimo dispositivo studiato per anticipare la diagnosi di Parkinson. È stato messo a punto dai ricercatori dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e dell’ateneo di Oxford ed è in grado di dire in pochi secondi se una persona è affetta da morbo di Parkinson o da un semplice tremore essenziale, malattia che non presenta un’evoluzione progressiva. L’accuratezza è del 92 percento. Lazzaro Di Biase, neurologo del Campus Bio-Medico e primo autore della ricerca, ha commentato:


L’indice risulta indipendente dal contributo dell’operatore, rapido nell’impiego e con un costo basso (non più di 15 euro per l’accelerometro). Il sistema funziona anche con la tecnologia laser, registrando la velocità di movimento di un dito sul quale è stata applicata della carta riflettente.

Il dispositivo s’è rivelato in grado di distinguere con grande accuratezza le diverse forme di tremore. È una dato davvero importante, anche se purtroppo non esiste ancora una terapia risolutiva.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO