Psicologia: ecco come reagiamo quando veniamo snobbati per un telefonino

Essere snobbati o ignorati per un cellulare è molto fastidioso, ma come reagiamo quando questo succede? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Snobbare cellulare

PsicologiaEssere snobbati o ignorati da chi ci sta di fronte, perché la persona in questione preferisce "incollarsi" al suo cellulare, è un fenomeno fin troppo diffuso e decisamente sgradevole. Ad analizzare questo fenomeno sono stati i membri della Baylor University, che attraverso un nuovo studio hanno constatato che le persone che si sentono snobbate (o "phubbed", da "phone snubbed") da chi si ha di fronte, tendono a incollarsi a loro volta al cellulare, per trovare maggiore accettazione, sostegno e inclusione chattando con gli amici sui vari social media. Per giungere a tale conclusione gli autori dello studio, condotto su un campione di 330 persone e pubblicato sul "Journal of the Association for Consumer Research", hanno voluto indagare il legame esistente fra l’essere snobbati, avere un attaccamento per i media sociali, e livelli di depressione, ansia e stress.

Una persona che viene esclusa o snobbata proverà un crescente bisogno di attenzione, e invece di cercarla nell’interazione faccia a faccia, cercherà di ottenerla interagendo sui social media attraverso il proprio smartphone. Dallo studio sarebbe inoltre emerso che il fenomeno del Phubbing sarebbe collegato a maggiori livelli di stress e depressione.

Anche se lo scopo dichiarato della tecnologia come quella degli smartphone è quello di aiutarci a connetterci con gli altri, in questo particolare caso non lo fa.

Spiegano gli autori dello studio

Ironia della sorte, la stessa tecnologia che è stata progettata per rendere più vicini gli esseri umani, ci ha separati dalle altre persone.

via | ScienceDaily

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO