Panencefalite sclerosante subacuta, la complicanza più grave del morbillo

Il morbillo anni dopo l’infezione si può riattivare e causare la panencefalite sclerosante subacuta, una complicanza fatale.

mononucleosi

Il morbillo è una malattia estremamente contagiosa che può causare delle complicanze anche fatali. Tra queste c’è la panencefalite sclerosante subacuta, un disturbo cerebrale progressivo e solitamente letale, è una complicanza rara del morbillo che si manifesta mesi o anni dopo causando deterioramento mentale, movimenti muscolari incontrollabili e convulsioni. Nelle fasi finali, si possono avere rigidità muscolare, che può portare a soffocamento, alterazione del polso e della pressione.

Come si manifesta? Di solito il ragazzo (di solito con meno di 20 anni) anni dopo aver contratto il morbillo ed essere guarito dimostra un calo negli studi, amnesie momentanee, scatti di rabbia, insonnia e allucinazioni. Il virus del morbillo è in grado di introdursi nel cervello durante l’infezione. Può causare sintomi immediati, come l’encefalite, o rimanere latente per molto tempo senza causare disturbi.

La panencefalite subacuta è ovviamente molto rara. Si può prendere con il vaccino? Chi sviluppa questa infiammazione (1 persona su 1 milione) è perché deve aver fatto una forma leggera di morbillo prima di ricevere il vaccino. La diagnosi avviene di solito con il prelievo del liquido spinale e gli esami del sangue, possono anche essere necessari la Tac o la risonanza magnetica. La panencefalite subacuta sclerosante è quasi sempre fatale entro 1-3 anni.

Via | MerckManuals

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO