Poliomielite: come si trasmette, sintomi e cura

Che cos’è la poliomielite, come si trasmette e come si cura, questa malattia che in Italia è stata debellata più di 30 anni fa.

polio vaccination

La poliomielite è una malattia infettiva che colpisce il sistema nervoso. È causata da tre tipi di polio-virus (1,2 e 3), appartenente al genere enterovirus, che invade il sistema nervoso nel giro di poche ore, distruggendo le cellule neurali colpite e causando una paralisi che può diventare, nei casi più gravi, totale. L’ultimo caso di poliomielite in Italia risale al 1982.

Come si trasmette? Il contagio di norma avviene attraverso l’ingestione di acqua o cibi contaminati o tramite la saliva e le goccioline emesse con i colpi di tosse e gli starnuti da soggetti ammalati o portatori sani. È può infettare persone di tutte le età, ma sono più esposti al rischio i bambini con meno di 3 anni.

Quali sono sintomi? La malattia si manifesta con febbre, stanchezza, vomito, irrigidimento del collo e dolori agli arti. Successivamente subentra la paralisi dei muscoli respiratori, che può essere fatale.

Ancora oggi non esistono cure specifiche per la poliomielite, se non trattamenti che possono ridurre i sintomi. L’unico modo per proteggersi è la vaccinazione. Esistono due tipi di vaccini: quello “inattivato” di Salk (IPV), da somministrare con iniezione intramuscolo, e quello “vivo attenuato” di Sabin (OPV), da somministrare per via orale. Il vaccino di Sabin, somministrato fino ad anni recenti anche in Italia, ha permesso di eradicare la poliomielite in Europa ed è raccomandato dall’Organizzazione mondiale della sanità nella sua campagna di eradicazione della malattia a livello mondiale.

Via | Epicentro

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO