Encefalite batteriche: sintomi e cura

Che cosa sono le encefaliti batteriche e come si manifestano? Ecco che cosa sapere sulle infiammazioni dell’encefalo.

Encefalite letargica

Le encefaliti sono l’infiammazione dell’encefalo e possono essere batteriche o virali. Quelle batteriche sono di due tipi: encefaliti metastatiche ed encefaliti post-vacciniche e parainfettive.

Qual è la differenza e quali sono i sintomi che accompagnano queste gravi malattie? Le metastatiche sono provocate da batteri e si manifestano come ascessi celebrali. In questo caso i sintomi sono febbre alta, cefalea, vomito, vertigini, crisi epilettiche, neurite ottica, lieve linfocitosi e modesta leucocitosi.

Le encefaliti post-vacciniche e parainfettive sono causate dalla somministrazione di vaccino, di soluto quello antitifico, o causate da tonsilliti, broncopolmoniti e gastroenteriti. Di solito i batteri che più frequentemente possono causare questa infiammazione sono Borrelia burgdorferi ("il batterio della malattia di Lyme"), Bortella henselae e Mycoplasma pneumoniae. È una malattia davvero molto rara e la prognosi è sempre estremamente grave.

Come si cura? Può essere necessario svuotare i liquidi o drenare gli ascessi. Inoltre, è fondamentale una terapia antibiotica (sulfamidici, penicillina, streptomicina). Per giungere alla diagnosi, oltra a una visita clinica è necessario fare degli esami: come Tac o risonanza magnetica, gli esami del sangue, una puntura lombare per il prelievo del liquido spinale e un elettroencefalogramma.

Via | Albanesi

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO