12 aprile: Giornata Internazionale dei viaggi dell'uomo nello spazio

Ricorre oggi la Giornata Internazionale dei viaggi dell'uomo nello spazio, un appuntamento istituito dall’Onu nel 2011

View on the night Earth with city lights. Australia and Oceania region. Elements of this image furnished by NASA. 3d illustration

Si festeggia oggi, il 12 aprile, la Giornata Internazionale dei viaggi dell'uomo nello spazio. Come mai ricorre proprio in questa data? Perché il 12 aprile 1961 Jurij Gagarin partì con la navicella Vostok 1 per andare nello spazio. Tornò a terra dopo 108 minuti di volo ellittico attorno al nostro Pianeta.

Prima di allora furono spediti nello spazio solo animali, ricordiamo lo scimpanzè Ham e la cagnetta Laika. Bisogna attendere 20 anni vedere decollare il primo Shuttle. È il 12 aprile 1981 quando lo Shuttle Colombia inaugurò la prima missione della Nasa, disintegrandosi purtroppo nell’atmosfera nel 2003 (dopo 28 missioni). Questa ricorrenza è stata istituita dall’Onu nel 2011 per

Celebrare ogni anno a livello internazionale l'inizio dell'era spaziale per l'umanità, ribadendo l'importante contributo della scienza e tecnologia spaziale nel raggiungimento di obiettivi di sviluppo sostenibile e aumentare il benessere degli Stati e dei popoli.

Tra le altre imprese da ricordare, c’è il lancio delle missioni Apollo. Il 20 luglio del 1969 Neil Armstrong e Erwin “Buzz” Aldrin furono i primi uomini ad aver messo piede sulla luna. E poi, oggi, è particolarmente importante ricordare Samantha Cristoforetti che, nel 2009, fu la prima donna italiana a entrare negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea, e il 30 novembre 2014 partì per la missione 42/43, denominata Futura, raggiungendo la Stazione Spaziale Internazionale a bordo di un veicolo Soyuz.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO