Salute on line: le 10 regole di #MeetSanofi per orientarsi sul web

Volete saperne di più sulla salute ai tempi di internet? Ecco il decalogo illustrato durante l'edizione di #MeetSanofi "Social Health, istruzioni per l'uso"

Salute on line - Orientarsi sul web, soprattutto quando si parla di salute, non è mai un’impresa semplice. Bufale, notizie poso attendibili, rimedi miracolosi (ma quasi mai efficaci) sono ad attenderci quando cerchiamo qualche informazione sul web che riguardi la nostra salute. Se poi dovessimo cercare le cause di un nostro sintomo, quasi certamente finiremmo per auto-convincerci di essere affetti da una malattia mortale. Ma come fare a orientarsi in questo mare di informazioni? Qualche indicazione utile è stata fornita proprio in occasione della speciale edizione di #MeetSanofi "Social Health, istruzioni per l'uso", durante la quale sono state presentate le 10 regole per orientarsi nell’era dei social network e di Dottor Google.

Ecco quali sono dunque le regole da seguire:

  1. Quando cercate delle informazioni, prestate attenzione alle fonti, e preferite quelle ufficiali o istituzionali
  2. Non affidatevi a Dottor Google, e tenete presente che spesso in primo piano troviamo notizie personalizzate in base alle nostre ricerche, e non alla loro autorevolezza
  3. Non credete ciecamente a tutto ciò che trovate scritto sui forum e sui blog dei pazienti, meglio osservare le informazioni con occhio critico
  4. Controllate sempre la data di pubblicazione di un articolo, e affidatevi alle fonti più aggiornate
  5. Quando cercate dei sintomi su internet, siate critici, e chiedete comunque sempre un parere al vostro medico
  6. Se un sito propone soluzioni facili o rimedi universali, molto probabile non sarà molto affidabile. Ogni paziente è un mondo a parte, e richiede un trattamento personalizzato e specifico in base alla sua personale situazione
  7. Fate attenzione ai siti che divulgano notizie false
  8. Evitate i complottisti: nell’era di internet, tutti si ritengono degli “esperti” della salute. Ci si permette di affermare che i vaccini fanno male, che alcuni farmaci sono dannosi e nocivi, o ancora che è possibile curare malattie gravi solo grazie a dei rimedi naturali, e tutto ciò senza fornire alcuna prova scientifica. Non credete a tutto ciò che leggete su internet, e fidatevi del vostro medico.
  9. Acquistate farmaci on line solo ed esclusivamente dai siti autorizzati alla vendita (che dovranno presentare il bollino di sicurezza)
  10. Andate dal medico o dal farmacista, e non fatevi delle auto-diagnosi su internet. Il web può certamente essere utile per approfondire alcuni aspetti del vostro problema o della vostra malattia, ma il primo passo da fare è quello di rivolgersi al medico, per cominciare un percorso di cura basato sule vostre specifiche necessità.

Salute online: #MeetSanofi "Social Health, istruzioni per l'uso", la diretta web

Salute on line

24 Marzo 2017

Salute online - Quando avvertiamo qualche sintomo strano e diverso dal solito, quasi tutti noi tendiamo a consultare la rete per scoprire quali potrebbero essere le cause, e per approfondire tematiche che riguardano la nostra salute. A confermarlo ci pensa uno studio studio, secondo cui sono 11 milioni e mezzo le persone che utilizzano social network, siti web e video per cercare informazioni in merito alla propria salute e per condividere le proprie esperienze.

Purtroppo però, non sempre è facile capire quali sono le fonti affidabili e quali lo sono un po' meno, per evitare di credere in falsi miti che, in certi casi, potrebbero anche danneggiare la nostra salute.

Per cercare di far luce sull’argomento, sabato pomeriggio, durante la speciale edizione di #MeetSanofi "Social Health, istruzioni per l'uso", Eugenio Santoro (autore di "Web 2.0 e social media in medicina"), Lella Mazzoli (Direttore dell'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino e autrice di "e-Health” per FrancoAngeli) ci spiegheranno quali sono le regole utili per riuscire a orientarsi nella rete, e sfruttarne al meglio le potenzialità.

Durante l’incontro si parlerà dell’esperienza di Laura Rossi, una dottoranda in radiologia trentacinquenne che, dopo aver ricevuto una diagnosi di linfoma di Hodgkin, ha deciso di creare insieme a degli esperti l’app H-Maps, per aiutare le persone che si trovano nella sua stessa condizione.

Per chi desidera saperne di più, l’incontro si svolgerà a Riccione, durante il meeting “Home of Therapies”, che riunirà oltre 350 infermieri e sarà trasmesso in diretta web sabato 25 marzo dalle ore 13.30 alle ore 15.00 su Sanofi.it e sulla pagina Facebook Sanofi Italia. Se avrete voglia di dire la vostra, potrete utilizzare l’hashtag #MeetSanofi per interagire!

MeetSanofi

Vota l'articolo:
4.50 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO