Creato il primo embrione artificiale da cellule staminali

E’ stato realizzato il primo embrione artificiale tridimensionale presso l'università britannica di Cambridge.

Embrione artificiale

Le ricercatrici della Cambridge University, Sarah Harrison e Magdalena Zernicka-Goetz, hanno realizzato il primo embrione artificiale di topo, che si è formato facendo sviluppare diversi tipi di cellule staminali embrionali intorno a una struttura tridimensionale. Quello riportato sulla rivista Science è un risultato molto importante, poiché potrebbe permettere, almeno in teoria, lo sviluppo di un individuo fuori dall'utero.

E' un risultato molto importante che, per la prima volta, indica che in linea teorica è possibile che un embrione possa svilupparsi fuori dall'utero

sottolineano infatti gli esperti, i quali spiegano che grazie a questo passo avanti nella ricerca, potrebbe essere più semplice rispondere a domande come quelle che riguardano i meccanismi alla base delle malattie, le cause dell'infertilità o il motivo per cui moltissime gravidanze si interrompono durante le prime fasi dello sviluppo. E' insomma possibile comprendere cosa accade durante le primissime fasi dello sviluppo dell’embrione. Inoltre, avere a disposizione un embrione artificiale potrebbe portare anche a una riduzione dell’uso degli animali nei laboratori, come specifica il genetista Edoardo Boncinelli:

Avere a disposizione un embrione artificiale è un passo in avanti per le conoscenze di base relative ai primi stadi della vita. E' anche un passo significativo per ridurre al minimo l'uso degli animali nei laboratori.

via | Ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO