Parkinson: una dieta ricca di vitamina B3 rallenta il decorso

Le persone con alcune forme precoci di Parkinson potrebbero beneficiare di un apporto di niacina nella dieta.

La vitamina B3 potrebbe rallentare il decorso del Parkinson

Un team di ricercatori dell'Unità Tossicologica MRC della University of Leicester ha studiato alcuni moscerini della frutta affetti da una mutazione che mima il morbo di Parkinson negli umani. Lo studio ha permesso di scoprire il meccanismo che regola le forme precoci di Parkinson e in particolare i suoi effetti sul cervello, i quali potrebbero essere rallentati dalla vitamina B3.

La vitamina B3 si trova naturalmente in moltissimi alimenti, come la carne, la frutta e le noci. Il morbo di Parkinson dipende dalla perdita di materia nera, un particolare tipo di neuroni che si suppone muoiano a causa di alcuni mitocondri incapaci di produrre energia per le cellule. i ricercatori hanno provato a nutrire i moscerini della frutta con supplementi di vitamina B3, notando un miglioramento nella salute dei mitocondri.

Questa scoperta potrebbe aprire nuove possibilità di cura per le persone colpite da Parkinson: la vitamina B3 sarebbe in grado di rallentare il decorso della malattia mantenendo attivi e vivi i mitocondri.

 

Via | medicalnewstoday.com

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO