Piano vaccinale: vaccini gratuiti e senza pagare il ticket, cosa cambia

Con i nuovi LEA, i livelli essenziali di assistenza, cambia il piano vaccinale: ecco come.

L'E.coli verrà utilizzato nei vaccini futuri

Con l'approvazione dei Livelli Essenziali di Assistenza, i nuovi LEA, il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, cambia il piano vaccinale, con l'introduzione di nuovi vaccini proposti gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale, grazie al Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale 2017-19. Oltre ai vaccini già disponibili gratuitamente, se ne vanno ad aggiungere anche altri, mentre per alcuni viene estesa la fascia di età o la popolazione interessata.


  1. Bambini: nel primo anno di vita introdotti vaccini gratuiti contro il Meningococco b (prima dose dai 3 mesi di vita con richiami) e il rotarovirus (prima dose dalla sesta settimana di vita). Introdotto il vaccino gratuito contro la varicella nel secondo anno di vita.

  2. Adolescenti: vaccino contro il Papillomavirus esteso anche ai ragazzi maschi. Per gli adolescenti arriva il meningo tetravalente che protegge contro il meningococco dei ceppi A, C, W, Y.

  3. Anziani, introdotto gratuitamente il vaccino contro l'Herpes Zoster e contro lo pneumococco, che protegge sia contro la polmonite che contro la meningite.

Tra gli obiettivi prefissati, mantenere lo stato polio free, raggiungere lo stato morbillo-free e rosolia-free, aumentare l'adesione consapevole, contrastare le disuguaglianze, promuovere la cultura delle vaccinazioni.

Via | Ansa

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO