La marijuana diminuisce la densità ossea

Uno studio scozzese indica che la marijuana potrebbe essere dannosa per la salute delle ossa.

Secondo uno studio scozzese la marijuana diminuisce la densità ossea se fumata assiduamente

Uno studio condotto su 170 consumatori abituali di marijuana e 114 fumatori di tabacco ha rivelato che fumare la cannabis in grandi quantità espone ad un rischio di rompersi un osso molto alto, più del doppio rispetto a una persona che non ne fa uso. Alcuni dei partecipanti riportavano un consumo di marijuana protratto per oltre 25 anni e ripetuto anche 5 volte al giorno. In questi casi la salute delle ossa appariva a rischio.

Sono stati tenuti sotto controllo tutti gli altri fattori che potevano incidere sulla densità ossea, come l'età, il sesso, il peso, l'attività fisica, l'apporto di calcio nella dieta e l'eventuale abuso di alcol. Nonostante ciò il consumo massiccio di marijuana rimaneva legato a problemi ossei, in particolare legati alla densità.

La ricerca condotta al Center for Genomic and Experimental Medicine di Edimburgo ha mostrato come la densità ossea dei consumatori assidui di marijuana fosse significativamente inferiore a quella dei consumatori occasionali, moderati o di chi non ne faceva uso.

 

Via | webmd.com

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO