Con l’età anche il cervello diventa più rugoso

Perdere l'elasticità della pelle è uno dei segni principali dell'invecchiamento. Anche al cervello vengono le rughe.

Con l'invecchiamento anche il cervello presenta più rughe.

Un team di ricercatori della Newcastle University e della Federal University of Rio de Janeiro ha studiato il modo in cui il cervello si ripiega su se stesso e come i solchi e i giri si modifichino con l'invecchiamento. I solchi sono i canali presenti sulla superficie del cervello, tutta quella serie di scanalature che ne caratterizzano la superficie. I giri sono anche chiamati circonvoluzioni e sono quelle aree di corteccia cerebrale delimitate da due solchi, in poche parole la superficie più sporgente.

Secondo i ricercatori di questo studio, la corteccia cerebrale, ovvero lo strato più superficiale e rugoso del cervello, è costituita da una serie di ripiegamenti dotati di una certa tensione. Con l'invecchiamento e in particolare nei casi di Alzheimer, sembra che questa tensione si allenti, aumentando la rugosità del cervello e la decadenza dei tessuti, proprio come accade alla pelle.

Il cervello di tutti gli esseri umani e in generale dei mammiferi sembra ripiegarsi allo stesso modo e diventare più rugoso con il passare degli anni. L'invecchiamento del cervello sembra inoltre colpire di meno le donne che gli uomini.

 

Via | sciencedaily.com

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO