Facebook può aiutare a capire e curare i disturbi mentali?

Facebook può aiutare a identificare i disturbi mentali, e dare una mano a coloro che ne soffrono? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Facebook

Facebook può aiutare a identificare i disturbi mentali? A suggerirlo è un nuovo studio della University of Cambridge pubblicato sul Lancet Psychiatry, secondo cui i social network potrebbero essere utilizzati, in futuro, per aiutare le persone che soffrono di depressione e altri disturbi mentali. I nostri aggiornamenti di stato su Facebook, i 'Mi piace' e anche le foto che pubblichiamo, potrebbero infatti aiutare i ricercatori a identificare la presenza di questo genere di disturbi:

Facebook è molto popolare e potrebbe fornirci una grande quantità di dati per migliorare la nostra conoscenza sui disturbi di salute mentale come la depressione e la schizofrenia

spiegano gli esperti, che sottolineano come alcune persone con disturbi mentali riportano esperienze positive con i mezzi di comunicazione come Facebook e Twitter, poiché grazie a tali siti avrebbero potuto comunicare meglio, e parlare con persone che soffrono degli stessi loro problemi. Le relazioni su Facebook possono inoltre aiutare le persone con bassa autostima e quelle con problemi di fobia sociale a farsi nuovi amici.

Anche se non è ancora chiaro come siti di social networking possano essere utilizzati per migliorare la cura della salute mentale, è dunque chiaro che questi potrebbero offrire un grande aiuto nel favorire l’identificazione e il trattamento di questo genere di problemi.

via | MedicalXpress

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO