Oms, ridurre obesità e diabete con una tassa sulle bibite zuccherate

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che tassando le bibite zuccherate si potrebbero ridurre obesità e diabete.

bibite zuccherate

Una tassa per le bibite zuccherate al fine di ridurre obesità, diabete di tipo 2 e carie: è la proposta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui un aumento di almeno il 20 per cento del prezzo di queste bevande può condurre a una riduzione dei consumi.

Francesco Branca, direttore del dipartimento per la Nutrizione dell'Oms, spiega:

Dal punto di vista nutrizionale le persone non hanno bisogno di nessun zucchero aggiunto alla loro dieta. L'Organizzazione raccomanda che se si consumano zuccheri aggiunti devono rimanere sotto il 10% del fabbisogno energetico quotidiano, che andrebbe ridotto a meno del 5% per avere benefici addizionali per la salute. Questo equivale a meno di 250 millilitri al giorno delle bevande comuni.

Il rapporto, presentato al fine di migliorare le diete e prevenire alcune tra le malattie più comuni del nostro tempo, dà anche suggerimenti di politica fiscale, con sussidi che abbassino del 30% il prezzo di frutta e verdura, ad esempio.

Via | Ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO