Lupus: sintomi, diagnosi e terapie

Che cos’è il lupus e come si manifesta? Quali sono i sintomi, la terapia e la causa di questa malattia autoimmune.

Malattie della pelle

Il Lupus è una grave malattia autoimmune. Questa patologia attiva in modo incontrollato il sistema immunitario che causa una risposta infiammatoria. Il Lupus Eritematoso Sistemico (LES) può quindi colpire numerosi organi e apparati, determinando sintomi differenti da paziente a paziente. Si manifesta tra le persone giovani, tra i 15 e i 45 anni, ma talvolta può esordire anche nella prima infanzia o durante la vecchiaia. È più frequente tra le donne.

Non è considerata una malattia ereditaria e di conseguenza sono pochissimi i casi in cui il Lupus si possa manifestarsi più volta all’interno dello stesso nucleo familiare. Esistono tre forme differenti. Possiamo distinguere tra Lupus Eritematoso Sistemico (LES), la forma della malattia che può coinvolgere diverse parti dell’organismo, manifestandosi con sintomi lievi o severi, il Lupus Discoide (LED), che invece colpisce solo pelle che appare arrossata, rilevata, localizzata spesso al volto, allo scollo o altrove, e il Lupus da Farmaci, causato dall’assunzione di uno specifico farmaco. I sintomi sono simili a quelli del lupus eritematoso sistemico (artrite, eritema, febbre, e dolore toracico) ma si risolvono alla sospensione del farmaco stesso.

Come si diagnostica? Ci vogliono diversi esami, anche perché i sintomi possono essere molto diversi in base all’organo o agli organi colpiti, sono necessari alcuni esami del sangue, soprattutto per gli anticorpi antinucleo, anticorpi anti-DNA e anti-ENA (tra cui anti-Sm, anti-Ro e anti-La). Importanti anche la conta completa dei globuli bianchi, rossi e piastrine, l’esame delle urine, la VES e il dosaggio delle proteine del complemento. Potrebbe essere necessaria una biopsia del rene.

Come si cura? La terapia è soprattutto farmacologica. I farmaci servono a controllare la malattia. In genere si utilizzanoanti infiammatori non steroidei (FANS), quando un paziente presenta una pleurite o pericardite, dolori articolari o febbre. Ovviamente si associano all’assunzione di farmaci “gastroprotettori”. Può essere prescritto il cortisone per le manifestazioni cutanee o articolari, a dosaggio più elevato quando siano presenti interessamento renale, polmonare o cerebrale.

Talvolta sono prescritti anche farmaci antimalarici, perché svolgono una ruolo nella modulazione e nella regolazione della produzione di autoaniticorpi, nel ridurre il colesterolo e ridurre la viscosità del sangue, caratteristiche comuni alla maggior parte dei pazienti con LES. Infine, nelle forme più gravi si devono assumere anche immunosopressori.

Via | Reumatologia di Brescia

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO