Listeriosi: come si contrare e prevenzione

Come si contrae la listeriosi e quali sono le regole di prevenzione per evitare di entrare in contatto con il batterio.

Italian salami sliced ?€‹?€‹on wooden table

La listeriosi si può contrarre consumando cibo infetto. Non a caso è considerata una tossinfezione alimentare, il cui responsabile è il batterio Listeria monocytogenes. Il modo migliore per evitare il contagio è sicuramente la prevenzione, che si può mettere in atto facendo attenzione semplicemente all’igiene. Ecco che cosa raccomanda l’Istituto Superiore di Sanità.

Raccomandazioni per il lavaggio e la manipolazione degli alimenti:


  • risciacquare accuratamente gli alimenti crudi, come frutta e verdura, sotto l’acqua corrente prima di mangiarli, tagliarli o cuocerli (anche se verranno sbucciati)
  • pulire alimenti come meloni e cetrioli con una spazzola pulita
  • asciugare i prodotti con un panno pulito o un tovagliolo di carta
  • separazione delle carni crude dalle verdure e dai cibi cotti e pronti al consumo.

Raccomandazioni per la cucina:


  • lavare le mani, i coltelli, i piani di lavoro, e i taglieri dopo manipolazione e la preparazione cibi crudi
  • mantenere la temperatura del frigorifero entro i 4°C e del congelatore sotto i -17°C
  • mantenere il frigorifero pulito, soprattutto da avanzi di carni cruda
  • pulire le pareti interne e ripiani del frigorifero con acqua calda e sapone liquido.

Raccomandazioni per la cottura della carne:


  • cuocere accuratamente e completamente il cibo derivato da animali.


Raccomandazioni per la conservazione sicura degli alimenti:



  • consumare i prodotti precotti, o pronti per il consumo alimentare, appena possibile
    non conservare i prodotti refrigerati oltre la data di scadenza
  • dividere gli avanzi di cibo in contenitori poco profondi così da farli raffreddare più velocemente, chiuderli e consumarli entro 3-4 giorni.

Raccomandazioni sui cibi da preferire/evitare:


  • non mangiare formaggi molli (o bere latte) se non si ha la certezza che siano prodotti con latte pastorizzato.
  • evitare di mangiare panini contenenti carni o altri prodotti elaborati da gastronomia senza che questi vengano nuovamente scaldati ad alte temperature
  • evitare di contaminare i cibi in preparazione con cibi crudi e/o provenienti dai banconi dei supermercati e delle delicatessen
  • non mangiare formaggi molli se non si ha la certezza che siano prodotti con latte pastorizzato
    non mangiare paté di carne freschi e non inscatolati
  • non mangiare pesce affumicato, a meno che non sia inscatolato in forme che non deperiscono a breve scadenza.

Via | EpiCentro

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail