Tosse persistente, quando preoccuparsi?

Soffrite di tosse persistente? Ecco quando dovreste consultare il medico.

Tosse

La tosse è un sintomo talmente comune che spesso finisce per essere trascurato o ignorato. In realtà però, se la tosse si presenta in maniera persistente, il paziente deve assolutamente consultare i medico, che potrà stabilire la causa ed il trattamento più adatto.

Ma quali saranno i campanelli d’allarme da non sottovalutare? Scopriamoli insieme:

  • La tosse non sparisce o non migliora nell’arco di due settimane
  • Mentre si tossisce, si emette un suono acuto e la tosse è convulsa
  • La tosse è accompagnata da un suono sibilante incontrollato e difficoltà respiratorie
  • Si avverte irritazione alla gola, anche quando non si tossisce
  • Il raffreddore è guarito, ma improvvisamente iniziate a soffrire di tosse persistente
  • Sono associati altri sintomi, come dolore al petto e allo stomaco
  • Mentre tossite, producete muco verdastro, e si registrano sintomi come febbre, stanchezza e brividi
  • La tosse ha avuto inizio dopo l'esposizione a determinate sostanze inquinanti
  • La tosse è iniziata dopo l'assunzione di alcuni farmaci
  • Si tossisce sangue

Le persone che soffrono di tosse cronica possono sentirsi davvero frustrate, perché questo sintomo impedisce di dormire bene o di svolgere tranquillamente le attività giornaliere. In presenza di tali disturbi quindi, consultate il medico, che saprà identificare la causa del vostro problema e aiutarvi a risolverlo al più presto.

via | TheHealthSite

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO