Diabete, invertire le portate a tavola per evitare i picchi glicemici

Per monitorare il diabete mellito ed evitare l’innalzamento della glicemia, c’è un facile metodo: invertire le portate a tavola.

Fresh salad on the wooden background. Top view.

Per controllare il diabete in modo abbastanza semplice una ricerca condotta dagli esperti del laboratorio di Metabolismo, Nutrizione ed Aterosclerosi dell'Università di Pisa, diretto da Andrea Natali suggerisce di invertite le portate: prima le proteine, tipiche dei secondi, e poi i carboidrati. Natali ha così spiegato:

L'inversione delle portate dei pasti principali determina una riduzione significativa della glicemia post-prandiale e un miglioramento nei valori dell'emoglobina glicata, il parametro più importante per giudicare il controllo metabolico. Di recente avevamo dimostrato che nei pazienti con diabete un antipasto costituito da proteine e grassi fosse in grado di ridurre marcatamente l'entità dell'innalzamento glicemico.

Dopo un primo risultato, gli esperti hanno pensato che il modo più semplice fosse invertire la successione delle portate ai due pasti principali e i risultati confermano che assieme ai più classici interventi farmacologici e sullo stile di vita, che restano comunque insostituibili, anche l'inversione degli alimenti è una strategia semplice ed efficace.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO