Giornata Mondiale dell'Udito: largo a consapevolezza e prevenzione

Ecco i messaggi su cui insiste l'Oms

Il 3 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Udito. L’iniziativa, voluta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), ha come obiettivo aumentare la consapevolezza sulla problematica delle disabilità uditive.

I numeri della disabilità uditiva nel mondo

Secondo l’Oms sono circa 360 milioni le persone che, in tutto il mondo, convivono con un problema dell’udito, quota pari al 5% circa della popolazione mondiale. Il fatto che di queste  ben 32 milioni siano bambini giustifica il tema di quest’anno, “Childhood hearing loss: act now, here’s how!” (Perdita dell’udito nell’infanzia: agiamo ora, ecco come!”).

I messaggi veicolati dall’Oms includono l’importanza della prevenzione, quella della diagnosi precoce e quella di eliminare i pregiudizi sull’uso degli apparecchi acustici. Laddove necessari, questi strumenti permettono infatti a un bambino affetto da una disabilità uditiva di evitare le possibili complicanze derivanti dalla perdita dell’udito.

Le cause della perdita dell’udito nell’infanzia

Il 40% dei problemi dell’udito che colpiscono i bambini ha cause genetiche. Per un altro 31% la responsabilità è di malattie infettive come il morbillo, la parotite, la rosolia e la meningite. Nel 17% dei casi, invece, la perdita dell’udito è imputabile a complicanze alla nascita (parto prematuro, basso peso alla nascita o ittero neonatale). Infine, un 4% di casi è dovuto all’assunzione di farmaci durante la gravidanza.

Non sentire bene può infatti compromettere lo sviluppo del linguaggio, il rendimento scolastico e i rapporti sociali.

Ma questo non deve succedere

sottolinea Etienne Krug, esperto dell’Oms.

Abbiamo una serie di mezzi per aiutare a prevenire, rilevare e trattare la perdita dell’udito nell’infanzia.

Fra di essi sono inclusi strumenti informativi come il video in apertura di questo post e l’infografica seguente. Non vi resta che consultarli!

giornata mondiale dell'udito

Via | Oms
Video | MED-EL

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO