7 cose da sapere sul sangue RH negativo

Il sangue con fattore Rh negativo è un problema? Assolutamente no, ma ecco che cosa è importante sapere.

I valori di riferimento

Il fattore RH, che più correttamente andrebbe chiamato sistema, indica una proteina sulla superficie dei globuli rossi. Si parla di RH positivo quando la proteina è presente e di RH negativo quando la proteina è assente.


  • Il fattore RH è l’antigene D ed è presente in circa l’85% dei soggetti.
  • Gli anticorpi del sistema Rh sono anticorpi immuni (si formano in un individuo solo in seguito al contatto con un antigene).
  • Il Fattore Rh non ha nessuna funzione particolare, infatti chi è negativo non ha nessun tipo di problema di salute.
  • Il fattore Rh negativo può diventare un problema solo in caso di gravidanza o trasfusioni. Possono infatti ricevere sangue da Rh negativo.
  • L’RhD svolge un ruolo fondamentale in quella che viene chiamata incompatibilità materno-fetale. Se il feto è Rh(D) positivo(Rh+) e la gestante Rh(D) negativa (Rh-) è probabile che i globuli rossi del feto con l’antigene Rh entrino nel circolo sanguigno materno. Il rischio? L’aborto.
  • Il fattore RH negativo non è un ostacolo alla prima gravidanza, ma alla seconda. Si può determinare la cosiddetta malattia emolitica del feto e del neonato (HDFN).

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO