Nuovi limiti alle prescrizioni con il decreto Lorenzin

Prescrizioni molto più rigide con il nuovo decreto Lorenzin, entrato ufficialmente in vigore da pochi giorni.

female doctor giving a prescription

Nuova stretta sulle prescrizioni con l’entrata in vigore del nuovo decreto Lorenzin. Che cosa cambia? Ovviamente aumentano i limiti, limiti che andranno sicuramente a ricadere principalmente sul rapporto medico-paziente. I curanti potranno prescrivere alcuni esami a carico del Servizio Sanitario Nazionale, fra cui esami radiologici o analisi di laboratorio, soltanto se il malato corrisponde ai criteri per cui la prestazione in questione può essere garantita gratuitamente (salvo il ticket) dallo Stato.

Detto così può sembrare una cosa elementare, in realtà viene praticamente abolita la prassi di indagare attraverso su eventuali problematiche. Oppure la classica analisi del colesterolo (Hdl, Ldl, totale) potrebbe essere prescritta solo se è passato un tot di tempo dall’ultima volta o il paziente ha una certa età. Non è tutto. Il medico dovrà riportare il numero-nota nella prescrizione insieme alle lettere che indicano le condizioni di erogabilità e le indicazioni di appropriatezza.

Qui si possono consultare gli esami e i requisiti richiesti per la prescrizione: 1; 2.

Via | Corriere

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail