Fumo, arrivano le nuove norme e la sigaretta "senza fumo"

Il 2 febbraio entrerà in vigore il nuovo decreto contenente le norme relative al fumo di tabacco: ecco le novità più importanti.

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che contiene le nuove norme sul fumo, che vanno a recepire le regole europee: il decreto entrerà in vigore ufficialmente il prossimo 2 febbraio, ma è meglio conoscerne il contenuto per non arrivare impreparati.

Continuano gli avvisi, tramite immagini e scritte, sui pacchetti di sigarette che informano i fumatori che il fumo fa male alla salute, così come continuerà il divieto di fumare in automobile se sono presenti dei bambini e donne in dolce attesa e sarà vietato fumare anche fuori dagli ospedali, dalle università ospedaliere e dagli istituti di ricovero pediatrici, ma anche fuori dai reparti di ginecologia, ostetricia, neonatologia e pediatria. Spariranno i pacchetti da 10 sigarette. Le ricariche delle sigarette elettroniche dovranno riportare etichette dettagliate. Il tabacco sfuso non potrà essere venduto in quantità superiori a 30 grammi.

Arriva, poi, un prodotto nuovo: la sigaretta senza fumo. Non è come le sigarette elettroniche: stiamo parlando di un dispositivo con dentro una cartuccia di tabacco lavorato. Quando si scalda, il contenuto evapora e chi lo aspira dovrebbe subire meno danni, perché non avviene il dannoso processo della combustione.

fumo di sigaretta

Sigarette senza fumo

L'articolo 20 del decreto riporta le procedure per la notifica delle cosiddette sigarette a rischio ridotto. Le senza fumo e senza cenere, al momento, sono vendute solo in Giappone e a Milano. La Philip Morris sta costruendo proprio a Bologna uno stabilimento che sarà interamente dedicato alla produzione su scala mondiale di queste nuove sigarette: il cantiere è stato inaugurato dal premier Renzi e prevede 600 nuove assunzioni.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 201 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO