Vaccino contro l’influenza, l’esperta: ‘Gli operatori del SSN diano il buon esempio’

Solo meno di 1 su 3 sceglie di vaccinarsi

influenza sindromi simil influenzali

Quando si parla di vaccino contro l’influenza il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) dovrebbe dare il buon esempio. Ad affermarlo è Susanna Esposito, infettivologa pediatra dell’Ospedale Maggiore Policlinico - Università degli Studi di Milano, secondo cui

vaccinarsi contro l’influenza, soprattutto da parte di chi è a contatto quotidianamente con soggetti a rischio, è una questione di responsabilità personale e, purtroppo, oggi in Italia si registra generalmente un basso tasso di coperture vaccinali tra gli operatori sanitari, oltre che tra i pazienti ad alto rischio

Infatti nonostante le raccomandazioni che arrivano dal Ministero della Salute si stima che meno un operatore del settore sanitario su 3 si vaccini contro l’influenza.

Dobbiamo puntare a un livello di copertura che superi la soglia del 75% nelle categorie a rischio, tra cui rientrano gli operatori sanitari

precisa Esposito, che conclude:

Dobbiamo fare di più per prevenire la diffusione dell'influenza e diffondere maggiori informazioni sulle complicazioni correlate a questa patologia e sull’efficacia e la sicurezza della vaccinazione.

Via | Comunicato stampa WAidid

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO