Che cos'è l' idrosalpinge e quali sono i sintomi

L’occlusione di una o di entrambe le tube a causa di ristagno di liquido sieroso si chiama idrosalpinge ed è un’alterazione patologica che va trattata chirurgicamente.

idrosalpinge.jpg

L’ idrosalpinge è un disturbo che colpisce le tube uterine (una sola o entrambe). Si tratta di un’occlusione, con relativa dilatazione, causata dall’accumulo di liquido sieroso. Ci sono donne che non si accorgono di nulla e donne invece che presentano forte dolore alla zona pelvica, senso di compressione e pesantezza al basso ventre, dolore durante i rapporti sessuali o dispareunia.

Come viene diagnosticata? Come detto, nella maggior parte dei casi è asintomatica, quindi se il paziente non segnala alcuni disturbi specifici, viene avvertita semplicemente durante una visita di controllo con ecografia interna. Altrimenti capita spesso che la diagnosi si abbia dopo la ricerca di una gravidanza: è infatti causa di infertilità.

Come si cura? Se non si sta cercando un concepimento e non ci sono disturbi rilevanti, non si tratta. Altrimenti bisogna intervenire chirurgicamente, si può scegliere la rimozione della tuba o nel drenaggio mediante endoscopia del siero. Come mai si forma questa occlusione? È spesso la conseguenza di un processo infiammatorio, causato da infezione (come la Clamidia), ma anche a seguito di un parto difficile o di un aborto (causa gravidanza extrauterina).

Via | Dizionario Corriere

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO