Cos'è la tromboflebite emorroidaria e qual è la cura

Che cosa si intende con il termine di tromboflebite emorroidaria? Quando si manifesta, con quali sintomi e come può essere curata questa particolare condizione?

tromboflebite emorroidaria

La trombosi o tromboflebite emorroidaria è una complicanza acuta provocata da un trombo (da un coagulo) che si presenta all'interno del gavocciolo emorroidario prolassato. Il disturbo si presenta con sintomi come infiammazione del tessuto vascolare o prevascolare, rigonfiamento locale e anche dolore molto intenso, che può aggravarsi quando il paziente cerca di evacuare.

Le cure per la tromboflebite emorroidaria prevedono l'utilizzo di farmaci ad azione locale e per via locale, per aiutare la funzione intestinale oltre che per togliere l'infiammazione e il dolore. Nei casi più gravi si può intervenire anche con asportazione chirurgica del trombo stesso e, nel caso in cui la tromboflebite emorroidaria si presenti con frequenza, il medico potrebbe optare per una rimozione chirurgica delle emorroidi, da programmare al termine della fase acuta.

In fase acuta, per ridurre il dolore e pulire la zona infetta, si possono praticare diversi lavaggi al giorno con acqua tiepida, cercando di bagnare la zona. Bisognerebbe anche mangiare più frutta, verdura, cereali, legumi, alimenti ricchi di fibre che aiutano le feci a essere più morbide, aiutando i pazienti che soffrono di tromboflebite emorroidaria nel momento dell'evacuazione.

Bisogna anche bere molta acqua, almeno 10 bicchieri ogni giorno, cominciando al mattino appena ci si sveglia e continuando con un ritmo costante finché non si va a dormire. Anche un po' di attività fisica può aiutare.

Via | Humanitas

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO