Fotocoagulazione per la retina: i vantaggi del laser

La fotocoagulazione è un trattamento laser che si utilizza per curare le patologie della retina. È un intervento preciso, sicuro e che si esegue in ambulatorio.

occhio

La fotocoagulazione è un trattamento laser mirato, sicuro e altamente preciso, ideale per trattare le patologie della retina. La luce è infatti in grado di distrugge i vasi anormali sulla retina. In alcuni casi, invece, viene impiegato per fissare la retina sana intorno a zone patologiche (fori o lesioni). A che cosa serve? L’obiettivo è quello di creare delle cicatrici in grado rafforzare la retina nei suoi punti più deboli e delicati.

Come avviene l’intervento? È abbastanza semplice ed è definito una procedura parachirurgica ambulatoriale. Nell’occhio del paziente viene inserito un anestetico locale in gocce, poi si applica una lente a contatto con dei filtri. A questo punto medico usa un puntatore per individuare le zone da trattare. Tra i vantaggi, ci sono la velocità, l’immediatezza e ovviamente la precisione. Fa male? Non è totalmente indolore.

Si potrebbe avvertire del bruciore, come delle piccole punture. Al termine dell’intervento si inserisce un collirio lubrificante e un antibiotico e il paziente, che ha bisogno ovviamente di riposo, può però tornare tranquillamente a casa. Non ci sono precauzioni particolari da seguire, se non ricordarsi di idratarsi correttamente, bevendo un paio di litri d’acqua al giorno.

Normalmente il paziente può quindi riprendere le sue mansioni quotidiane già il giorno successivo al trattamento. Le visite di controllo saranno programmate dallo specialista.

Via | Iapb

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO