Cos'è la sindrome di Zollinger-Ellison? I sintomi, le cause e la terapia

La sindrome di Zollinger-Ellison è una malattia secondaria a carico dell'apparato digerente che provoca disturbi come acidità di stomaco e formazione di ulcere duodenali. Scopriamo le cause, i sintomi e le cure


La sindrome di Zollinger-Ellison è una patologia a carico dell'apparato gastro-intestinale provocata da un tipo di tumore che colpisce il pancreas o il duodeno: il gastrinoma.

Questo tipo di cancro fa parte della famiglia dei tumori maligni neuroendocrini, e si caratterizza per indurre una iper produzione di gastrina, l'ormone che stimola la secrezione degli acidi gastrici all'origine di fenomeni irritativi ed erosivi tra cui ulcere ricorrenti, acidità e bruciori di stomaco, reflusso gastroesofageo e diarrea.

Sindrome-Zollinger-Ellison

Questi sono i sintomi della sindrome di Zollinger-Ellison, identificata dal medico che le diede il nome del 1955, sintomi che risultano resistenti alle normali cure prescritte per i disturbi infiammatori dell'apparato gastrico (come le comuni gastriti e il reflusso).

Come intuibile, inizialmente il paziente con siffatta sintomatologia, che include forti dolori addominali (in particolare nella parte alta dell'addome), sanguinamento interno e sangue nelle feci con conseguente anemia, bruciore di stomaco, nausea e dimagrimento, si rivolgerà al gastroenterologo per curare questi disturbi.

Esami come la gastroscopia possono essere utili per individuare le ulcere (soprattutto a carico del duodeno) e l'infiammazione delle pareti dello stomaco con formazione di pliche (ispessimenti) del tessuto gastrico, dell'esofago e del duodeno, e far sospettare la presenza di un gastrinoma.

Questo tumore maligno insorge in genere nel pancreas, e più raramente nel duodeno, è invasivo e produce metastasi soprattutto a livello di linfonodi, ma è a lento accrescimento. Per giungere ad una diagnosi è necessario effettuare un dosaggio della gastrina, che in questi casi sale a livelli elevati, ovvero superiori a 500 pg/ml a fronte di un pH gastrico inferiore a 2.

Quali sono le cure per la sindrome di Zollinger-Ellison? Per prima cosa bisogna risolvere la patologia originaria, ovvero il tumore. Si procede con la rimozione chirurgica del gastrinoma e, quando vi siano già metastasi, con una cura a base di chemioterapici.

Al contempo, per ridurre l'iper secrezione gastrica e i sintomi correlati, verranno somministrati al paziente farmaci inibitori della pompa protonica (PP) ad alto dosaggio in associazione ad antagonisti dei recettori H2 (gli stessi usati in caso di gastrite).

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO