Cos'è la gonorrea? I sintomi e la cura

La gonorrea è una malattia a trasmissione sessuale provocata da un batterio, che infetta le vie uretrali nell'uomo e le vie uro-genitali nella donna.

La gonorrea è una malattia a trasmissione sessuale, che si trasmette tramite rapporti non protetti: il contagio può avvenire con rapporti vaginali, orali e anali con un partner infetto e senza le dovute protezioni. Provocata dal batterio Neisseria gonorrhoeae, che infetta le vie uretrali nell'uomo e le vie uro-genitali nella donna, la gonorrea, chiamata anche scolo, è una delle malattie sessualmente trasmesse più diffusa.

Molto spesso la gonorrea non ha sintomi, soprattutto nelle donne: negli uomini talvolta si può notare bruciore durante l'orinazione o perdite di colore bianco, giallo o verde dal pene, oltre che dolore o gonfiore ai testicoli. I sintomi possono comparire fino a 30 giorni dopo l'infezione. Nelle donne, se la malattia è sintomatica, si manifesta con sintomi simili ad altre infezioni della vagina o della vescica: bruciore durante l'orinazione, aumento delle secrezioni vaginali e perdite di sangue tra un ciclo mestruale e l'altro.

gonorrea?

Se non viene curata, la gonorrea può avere conseguenze permanenti anche molto gravi: nella donna può provocare la malattia infiammatoria delle pelvi, ma possono anche risultare danneggiate le tube di Falloppio, provocando infertilità e aumentano il rischio di gravidanza ectopica. Se la malattia viene presa in gravidanza, i bambini possono soffrire di cecità, infiammazioni articolari o gravi infezioni sanguigne anche letali. Nell'uomo può causare l'epididimite.

Come si cura la gonorrea? Trattandosi di un'infezione batterica bisogna ricorrere ad un trattamento con antibiotici: i batteri stanno diventando sempre più farmaco-resistenti e spesso le cure sono poco efficaci. La scelta del farmaco deve essere fatta in base al ceppo del batterio che ha usato la malattia. Il trattamento deve essere avviato il prima possibile in gravidanza, periodo nel quale bisogna fare estrema attenzione ai farmaci utilizzati.

I rapporti protetti rimangono l'unico metodo di prevenzione.

Via | Istituto Superiore di Sanità

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
2.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO