Iperidrosi, i benefici della ionoforesi contro la sudorazione eccessiva

Vi capita mai di notare che le vostre mani, i vostri piedi o qualche altra parte del corpo suda in maniera anomala ed eccessiva? La soluzione fortunatamente esiste. Ecco quali sono i benefici della ionoforesi.

La ionoforesi è una tecnica mediante la quale è possibile trattare un problema comune (molto più comune di quanto possiate immaginare) come quello dell’iperidrosi. Tale disturbo consiste nell’eccessiva sudorazione in alcune parti del corpo; mani, piedi ed ascelle sono senza dubbio le parti più colpite, ma possono essere interessate anche altre parti del corpo, come la zona inguinale, il volto, le gambe e così via. Questo disturbo comporta purtroppo non poco imbarazzo in chi ne soffre, ma fortunatamente esistono dei rimedi per fronteggiare e combattere il fastidioso problema.

Il trattamento dell’iperidrosi andrà valutato innanzitutto in base alla causa scatenante. L'iperidrosi secondaria a determinate malattie andrà infatti curata in primis mediante il trattamento della malattia stessa.

In caso di iperidrosi provocata da cause sconosciute, o in caso di iperidrosi secondaria ad altre malattie che non può però essere curata trattando la malattia stessa, saranno somministrati dei farmaci, oppure delle terapie e tecniche come quella a base di botulino o – come in questo caso – ionoforesi.

iperidrosi

La ionoforesi è una tecnica volta a far passare della corrente a bassa intensità nella zona colpita dall’iperidrosi mediante degli elettrodi. Tale tecnica verrà eseguita attraverso delle bacinelle piene d’acqua, dove andranno immersi mani o piedi del paziente.

Grazie a questo trattamento, sarà possibile ridurre il livello di sudorazione del soggetto, senza però rischiare di danneggiare le ghiandole sudoripare. Il disturbo potrà essere trattato mediante delle sedute da circa 15 minuti per circa due settimane, ma la tempistica andrà valutata in base alle condizioni specifiche del soggetto.

Questo trattamento andrebbe comunque evitato dalle donne in dolce attesa, da coloro che hanno delle protesi articolari, pacemaker o che soffrono di epilessia e problemi di cuore. Se avete delle ferite, queste andranno coperte prima del trattamento.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Basta-sudare.it, Chir.it, Iontoforesi.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail