Tumori, Veronesi: “Per la diagnosi precoce basterà un solo esame all'anno”

Si tratta della risonanza magnetica su tutto il corpo. Ecco cosa potrebbe permettere

Prevenzione e diagnosi precoce: sono queste le armi più efficaci nella lotta contro i tumori. A ribadirlo in un'intervista rilasciata a RepubblicaTV è il noto oncologo Umberto Veronesi, fino al 1° gennaio 2015 direttore scientifico dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, secondo cui in futuro sarà possibile diagnosticare tutti i tumori con un solo esame già ben noto ai pazienti: la risonanza magnetica.

I tumori rappresentano una delle principali cause di decesso sia in Europa che in Italia. Secondi solo alle malattie cardiovascolari, stando a una recente indagine Istat il loro tasso standardizzato di mortalità è pari a 25,9 decessi ogni diecimila abitanti, soprattutto uomini. Una così ampia mortalità giustifica gli sforzi compiuti dalla ricerca medico-scientifica nel cercare di trovare una cura per sconfiggere questo nemico della salute nelle varie forme in cui si può presentare. Come ha però ricordato Veronesi la lotta inizia ben prima e passa innanzitutto per la prevenzione e la diagnosi precoce.

Soffermandosi sull'importanza della diagnosi l'oncologo ha parlato della necessità di avere a disposizione strumenti per renderla estremamente precoce. In questo campo, spiega Veronesi, si è già molto avanti. “Riusciamo a esaminare con un esame del sangue semplicissimo il Dna circolante”, ha precisato l'esperto, spiegando che ogni tumore manda in circolo un po' del suo Dna e che nel momento in cui si riesce ad analizzarlo è possibile non solo capire se è presente un tumore, ma anche di che tumore si tratta e dove è localizzato. Tutto ciò è possibile quando il tumore è formato da poche cellule, quasi impossibile da rilevare in altro modo.

Un secondo grande passo in avanti in questo campo è quello permesso dalla risonanza magnetica su tutto il corpo. Come ha spiegato Veronesi questo tipo di risonanza permette di “individuare anche un piccolo, piccolissimo nodulo tumorale di pochi millimetri in qualsiasi parte del corpo”.

diagnosi tumori

“Quando questo sarà diventato comune come esame”, ha aggiunto l'oncologo, “basterà che ogni persona, una volta all'anno, entri in questa macchina, faccia l'esame e poi per tutto l'anno non ci pensa più”. Questa possibilità permetterebbe di evitare tutti gli esami diagnostici, come mammografie e colonscopie, cui siamo oggi abituati a doverci sottoporre per garantirci una diagnosi il più precoce possibile. Veronesi definisce infatti questo tipo di esame “definitivo” perché “scopre qualsiasi tipo di cellula tumorale ovunque, in qualsiasi organo del corpo”.

Al momento, però, la risonanza magnetica non è utilizzata così come nel futuro previsto da Veronesi. Per saperne di più sulle potenzialità di questo esame potete guardare il video in apertura di questo post.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | R.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 44 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail